2 anni e 5 Kg dopo…

Si, son passati due anni dall’ultima volta che ho usato questo blog. Suonera’ incredibile ma mi e’capitato di ripensarci con nostalgia…e con un po’ di senso di colpa per aver contribuito a “trashare” la rete con i miei 16 MB di blog. Ora che son qui davanti alla pagina bianca, la mia mente incapace di riordinare i pensieri e metterli in senso logico, provo..ma forse…chi dice che tutto debba avere un capo e una coda? non si dovrebbe porre limiti all’immaginazione e al fiume in piena che sono i pensieri.

Dunque 2 anni e 5kg dopo, eccomi ancora a Londra a studiare, lavorare e nel tempo libero…aspetta, ma quale tempo libero? Ogni tanto, quando non perdo i voli, mi piace ancora andare a trovare la mia famiglia in Italia e rendermi conto che quella di andarmene via e’ stata la scelta piu’ azzeccata che io abbia preso in 25 anni di vita! Cosi’ si ritorna ad una questione che mi sta molto a cuore, questi 2 anni e 5 kg. Per quelli che mi conoscono da lungo tempo, i 5 kg suonano un’esagerazione. Io che non sono mai riuscita a mettere su piu’ di 2 kg, ora mi peso ed e’la bilancia a farsi grasse risate (o forse e’ l’eco che sento nella mia mente soltanto, piccolo “incoveniente” dell’eta’!). Paura.

Mi terrorizza il tempo che passa. Mi capita di ripensare a obiettivi che mi ero prefissata da ragazzina, quando 25 anni sembravano cosi’ lontani che c’era tutto il tempo del mondo per sognare di diventare tutto quello che volevo…e com’era facile sognare in grande! E ora ripenso a quei castelli in aria e mi rendo conto che sono passati 10 anni da allora, ma com’e possibile? Dove sono andati? E io dov’ero? E ora che sono nel fior fiore dei miei anni, ho questa persistente sensazione che viviamo tutti in attesa di grandi cose ma e’ come se arrivassero in una serie di avveniment piu’ piccoli togliendoci la soddisfazione di assaporare la grandiosita’ fine a se stessa. E intanto mi convinco che in realta’ in tempi cosi’ moderni, il fior fiore dell’eta e’piu’ avanti, che e’ domani…e’ sempre domani!

Come si fa ad imparare a vivere il momento?

*LOVE AT FIRST SIGHT*

84c2b120fd600ade45432465299b0bd4.jpg

Non ho MAI creduto nel colpo di fulmine, comunicare con lo sguardo, brivido lungo la schiena, pochi velocissimi e interminabili secondi in cui ci si guarda e si parla la stessa lingua senza proferir parola: la potenza, l’intensita’ e la carica sessuale del linguaggio non-verbale espresso in un frangente di tempo cosi’ breve mi sembrava materiale di qualche sceneggiatura hollywoodiana con una svampita Meg Ryan alle prese con il principe azzurro di turno….e invece!

Ok io saro’ anche esagerata : o nero o bianco, o niente o tutto fatto sta che mi e’ successo ed e’ stato di un’intensita’ devastante.

Ieri stavo tornando dall’Universita’, un po’ sbattuta e depressa per via della prof. che parlava tr velocemente con quel suo accento londinese marcato (proporrei uin corso di dizione anche per lei o magari e’ meglio un corso accellerato d’inglese per me…..) rendendomi piu’ difficile che mai capire la lezione e per di piu’ piove, il tempo fa schifo : grigio, freddo, insomma Inghilterra! Salgo sul mio treno nella metro a London Bridge e mi tocca pure stare in piedi perche’ e’ ora di punta e il treno e’ invaso dai “colletti bianchi” che tornano a casa. Cosi’ mi infilo nell’angolino vicino alla porta con in mano il giornale, nel disperato tentativo di leggerlo. Vista la mancanza di spazio fisico sufficiente per aprire il giornale, mi arrendo e alzando lo sguardo incontro due occhi blu. Distolgo subito lo sguardo fingendo un’occhiata distratta per non dare a vedere che sono rimasta colpita. Torno pochi secondi dopo a sbirciare l’uomo dagli occhi blu e mi piace tanto quello che vedo! Capelli cortissimi biondi, un po’ brizzolato sulle tempie, bellissimi occhi blu sensuali, naso perfetto e le labbra: Dio le labbra. E poi la barba incolta, quella barbetta, poco piu’ che peluria,  che trovo sexy da morire…

Ok! Eccolo, e’ lui, e’ il colpo di fulmine con la “c” e la “f” maiuscole.

E immaginate la mia gioia nel vedere che anche lui mi guarda con interesse…Un colpo di fulmine non puo’ essere altrettando elettrizzante se non si e’ in due a provare le stesse emozioni. Scendiamo entrambi a King’s Cross e io mi incammino piano pregando dentro di me che si avvicini e attacchi bottone. Mi avvio verso le scale mobili con il fiato sospeso, pochi secondi dopo mi giro per vedere se e’ ancora dietro di me. Lo cerco tra la folla ed eccolo li’…che mi guarda, il suo sguardo mi dice che ha capito che sto cercando lui e ci fissiamo per pochi lunghissimi e intensi secondi. Lo sguardo trasmette milioni di informazioni e la mente completamente catturata dal momento non riesce a pensare a niente. Poi la mia timidezza prende il sopravvento e mi rigiro, con la bocca aperta : WOW!!! Mi avvio ancora con andatura lenta verso il secondo tratto di scale mobili, completamente sballottata dalla folla. La magia si ripete, anzi e’ ancora piu’ bella, mi giro a cercarlo con gli occhi e per un attimo non lo vedo, sommerso da questa maledetta folla che scendendo dalle stesse scale mobili si avviava ai treni MA lui e’ li’ fermo, in controcorrente, girato verso di me che mi guarda fisso e poi sorride di un sorriso radioso. Io sorrido di rimando, un sorriso timido e continuo a fissarlo. In quel momento non esiste la folla, siamo solo io e lui. Mi rigiro e proseguo con le scale. Arrivo in cima, ho il cuore che mi batte all’impazzata e un brivido lungo la schiena! Non mi e’ mai successo: e’ un colpo di fulmine!

Torno a casa, non sto nella pelle e racconto a Debora l’accaduto poi un’idea folle attraversa la mia mente. Ho ancora in mano il giornale che tentavo di leggere sul treno. Questo giornale viene distribuito gratuitamente ogni mattina alle stazioni e contiene una sezione in cui e’ possibile pubblicare un piccolo annuncio inviando un sms alla Redazione descrivendo la persona, il luogo e l’attimo in cui ci si e’ “incontrati” . Cosi’ prendo il cellulare e scrivo un sms con la paura e insieme la speranza che venga pubblicato. E’ dedicato al bellissimo uomo dagli occhi blu che incurante della folla che sballottava tutto e tutti, si e’ fermato a guardarmi per interminabili secondi e mi ha sorriso! L’ho fatto : ho inviato veramente il messaggio. Pazzia? Forse si’ ma chissa’……

Le cose accadono per un motivo.

Relazioni Pericolose?

Venerdi’ sera :

Per la serie,non accetto 2 di picche da nessuno, sarei dovuta uscire con degli amici che 10 min prima dell’ora convenuta mi hanno chiamata per dirmi che erano ancora lontani dal punto di incontro convenuto (nella fattispecie Camden Town) e che uno di loro non si sentiva bene quindi…..pacco!

Dato che tutti/e erano gia’ in giro per compleanni/cene ecc…sono uscita con B., un ragazzo conosciuto lo stesso pomeriggio…e’ un ragazzo eritreo di 25 anni con cui ho in comune nien-te : che noia!!!!! Cosi’ a mezzanotte e mezza l’avevo gia’ salutato, adducendo come scusa che mi preoccupavo per lui xche’ abitava lontano e doveva prendere l’ultimo treno per tornare a casa, e forte della spinta che mi derivava dalla media che avevo bevuto a stomaco vuoto ho deciso di non tornare a casa cosi’ presto e di andare a fare un giro al 101 Groove a Tottenham Court Road.

Le donne che leggono ora inorridiranno al pensiero di andare da sole in un locale pieno di gente dove presumibilmente non conoscono nessuno…io no perche’ ero gia’ “high” come dicono qua e poi entrata nel locale, mi sono appropinquata al bancone per prendere da bere (a parte il fatto che il barista stordito mi ha preparato una bevanda micidiale che mi e’ costata la bellezza di 6,50 pounds e non mi e’ piaciuta!!) e nel giro di 5 minuti a very cute guy mi si era avvicinato e aveva iniziato a parlarmi…

Quindi single che leggete, dovesse capitarvi di uscire per una serata con un tipo e vi rendete conto che state perdendo tempo, fatevi un drink (meglio se a sue spese ih ih ih), prendete la borsetta ed uscite a testa alta dal locale in direzione del primo locale “figo” che vi viene in mente : tempo 5 min e avrete gia’ fatto amicizia!!! Non so se suona piu’ triste o piu’ ridicolo questo consiglio ma per me ha funzionato anche se non era programmato.

Tornando a noi, questo very cute guy si chiama Leon e devo fargli i miei complimenti perche’ e’ riuscito ad attirare la mia attenzione; io ragazza dai gusti notoriamente difficili e non parlo solo di estetica. Il locale non era esattamente il luogo ideale per parlare cosi’ siamo usciti e abbiamo attraversato a piedi il centro di Londra-da Tottenham Court Road a Soho, Chinatown, Piccadilly Circus, Leicester Square ecc…lui e’ pazzo quanto me (ma lui e’ astemio dunque forse e’ peggio di me?) e poi stanchi di camminare siamo andati da lui!

E poi…..e poi…be’…son cavoli miei!!!!!!

W la liberta’!!